Archivio per società multisensibile

Trend colori 2012: le tendenze ed il loro significato

Posted in Curiosità with tags , , , , , , , , , , on 29 gennaio 2012 by Ada Cattaneo

Le tendenze cromatiche attuali sono il riflesso diretto del nostro ambiente, del nostro Spirito dei Tempi.

Il trend principale previsto per il 2012 è all’insegna della Conservazione.

Conservare: dopo Continua a leggere

Il grande esempio dei giovani volontari in Liguria e Toscana

Posted in TVS It with tags , , , , , , , , , , on 3 novembre 2011 by Ada Cattaneo

Ammesso che gli incresciosi eventi di vandalismo e violenza perpetrati da alcuni giovani e giovanissimi nel corso della recente manifestazione romana possa avere gettato una qualche ombra sulla già ambigua immagine che gli adulti hanno delle ultime generazioni, quanto stiamo assistendo in Liguria e Toscana smentisce ogni dubbio.

L’idea prevalentemente condivisa è Continua a leggere

26 settembre: la catastrofe dell’arrivo di Nibiru?

Posted in Curiosità with tags , , , , , , , , , on 26 settembre 2011 by Ada Cattaneo

Ed ecco un’altra delle date ritenute fatidiche segnalate dai catastrofisti: il 26 settembre 2011.

Come, ormai di consueto, passiamo insieme in rassegna le voci che circolano nell’immaginario collettivo e cerchiamo di capire la tela socioculturale sulla quale sono dipinte le varie sciagure paventate.

Ormai da un po’ di tempo, una coppia di statunitensi, Alex Retrov e Krystal Alexander-Hille sono impegnati in Continua a leggere

Paulo Amorim, un altro bambino magnetico…

Posted in Curiosità, Polisensorialità with tags , , , , , on 9 luglio 2011 by Ada Cattaneo

Dopo la donna calamita Britannica, che attira a sé gli oggetti metallici, probabilmente come reazione allo stress, ed il bambino-calamita croato che dotato di forza straoridianria e poteri di guarigione, dopo le recenti scoperte sulla magneticezione e il caso della donna inglese allergica ai campi magnetici,  ora è la volta di Paulo David Amorin, un ragazzino brasiliano della città di Mossoro, di 11 anni che attira a sé, come una calamita oggetti metallici e l’attenzione di tutti i media e internet con il suo video.

Tutto nasce dal padre di Paulo, Junior Amorim, che viene a sapere dell’esistenza di un ragazzo croato che ha particolari doti magnetiche.

“A questo punto- Continua a leggere

Coincidenze della vita: destino, fato o Provvidenza?

Posted in TVS glob with tags , , , , , , , , , , , , , , , , on 1 luglio 2011 by Ada Cattaneo

Una coincidenza può cambiare radicalmente il corso della nostra esistenza?

In effetti, quante volte abbiamo auto l’impressione che anche un minimo evento, accaduto o non accaduto, all’improvviso, abbia la forza di stravolgere, nel bene o nel male alla nostra vita.

Allora, ritorna di nuovo l’argomento che, suggerito dai due post sulle foglie del destino, ha suscitato tante reazioni all’interno della nostra community, nelle ultime settimane: si tratta di semplici casualità, di coincidenze, di determinismo, di fatalità?

Sicuramente se lo chiediamo ai sopravvissuti di incidenti, catastrofi, stragi, terremoti, attacchi terroristici, o ai cari di chi, invece, vi ha perso la vita, la risposta dà molto da riflettere.

Chi è stato coinvolto nell’attacco Continua a leggere

Kailash Singh, il contadino che non si lava da 37 anni per avere un figlio

Posted in Curiosità, TVS glob with tags , , , , , , , , , , on 26 giugno 2011 by Ada Cattaneo

Avere un almeno un figlio maschio, in alcune culture, è, ancora oggi, irrinunciabile per un uomo.

Si tratta di un punto di orgoglio ma anche di un’assicurazione sul futuro proprio inteso in termini personali ma anche come discendenza.

 

Il figlio maschio è chi porta avanti la stirpe, l’erede del patrimonio della famiglia, il veicolo privilegiato per tramandare le tradizioni, le usanze, i costumi della famiglia e della comunità, è il custode dei segreti anche professionali, del padre.

Spesso sentiamo le feroci accuse contro l’usanza di sopprimere le figlie, in Cina dove, una legge, vieta di avere più di un figlio.

Ma a che cosa è disposto un uomo pure di avere il tanto desiderato maschio?

Se una Continua a leggere

Chi ha un orticello o un giardino urbano è più felice, socievole e sano

Posted in SR Salute with tags , , , , , , , , , , on 24 giugno 2011 by Ada Cattaneo

Ricordate quanto era divertente fare torte di fango da bambini, mettere le mani nella terra, buttarsi sulle balle di fieno o respirare il polline di un fiore profumato, o, semplicemente, abbracciare una pianta?

La maggior parte dei ragazzi cresciuti in città fino ad oggi, si tratta di esperienze delle quali possono, al massimo, avere sentito parlare, ma che son fuori dalla loro portata.

In non poche ricerche mi è capitato di verificare che i bambini cittadini hanno, spesso, una visione distorta della natura (quando ne hanno una) e non hanno mai provato una serie di piaceri generati proprio dal contatto diretto con la natura stessa.

Nel migliore dei casi identificano la Natura con uno dei parchi urbani. Constatato che le città italiane ne sono molto carenti, il risultato è che un’intera generazione, si è allontanata dalla natura e, perciò, da un lato, ne ha perso il rispetto, dall’altro non è riuscita a colmare un simile vuoto con qualcosa di analogo. 

Gli ultimi studi internazionali, stanno, però, segnalando un drastico cambiamento di rotta, un forte controtrend.

Jill Litt, Continua a leggere