Archivio per voglia di vivere

Roberto Bruzzone si fa amputare una gamba perchè non vuole camminare, ma correre incontro alla vita.

Posted in Curiosità with tags , , , , , , , , , , , on 27 luglio 2011 by Ada Cattaneo

Roberto Bruzzone, l’“atleta con la gamba in spalla” come gli piace definirsi, a causa di un terribile incidente in moto, vede cambiare completamente la sua esistenza.

Roberto è un eroe che ha deciso di privarsi di una parte del corpo per sentirsi una persona completa, un vero e proprio In-divisuus.

Non importa ciò che il destino gli riserva, continua ad affrontare tutto, con un sorriso meraviglioso ed una grande forza. Questa è la storia della sua sfida, della guerra che ha vinto contro tutto.

Dopo una giornata in moto con gli amici, Roberto sta Continua a leggere

Annunci

Hannah Jones e il suo rifiuto del trapianto salva-vita

Posted in Eroi della Nuova Era, TVS glob with tags , , , , , , , , , , on 9 giugno 2011 by Ada Cattaneo

È morale lasciare che una bambina decida se vivere o se morire? È giusto che i genitori non intervengano in una scelta tanto importante? È etico che le autorità costringano la bambina a sottoporsi all’operazione che non vuole subire? E che tolgano ai genitori la patria potestà per costringerla ad operarsi? Dove è il wellthiness: nella ragazzina che, stanca di trascorrere la maggior parte del tempo in ospedale, preferisce morire? O nei genitori che, pure con grande sofferenza, rispettano la volontà della stessa figlia alla quale hanno donato la vita? Nel rispetto di chi vuole morire? O in chi cerca disperatamente di restare attaccato alla vita?

Sono domande gravi e grevi. Dubbi di ordine morale, etico, religioso, filosofico e, prima di tutto, umano.

Difficile rispondere perché in ognuno ci sono delle ragioni, delle verità, delle motivazioni, delle storie, dei brani di vita che come dolci poesie o terribili drammi si susseguono, gli uni alle altre tessendo la misteriosa sequenza che è l’esistenza umana.

Impossibile giudicare, perché nessuno può sapere che cosa passi nella testa di chi, in bilico tra vita e morte, si sente dire: “decidi tu”.

Hannah Jones è l’adolescente che, in attesa di un trapianto cardiaco, che l’avrebbe potuta salvare, rifiuta l’intervento perché non sopporta l’idea di Continua a leggere

Huang Chuncai, non “uomo elefante” ma segno vivente della potenza dell’amore

Posted in Eroi della Nuova Era with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , on 7 giugno 2011 by Ada Cattaneo

“I am the elephant man” con queste forti parole si presenta un giovane che ha attirato l’attenzione del mondo su sé per la terribile malattia, la neurofibromatosi, che gli deforma il volto in modo inverosimile.

Abbiamo già avuto modo di capire il significato di questa rara condizione con gli eroici esempi della ricerca di amore di  Pascal Coler e dell’amore negato dai genitori a Jono.

Malgrado Huang Chuncai usi per sé questo terribile appellativo, lo stesso con il quale è stato, per anni dileggiato, ha un animo fine ed un’infinita sensibilità. La sua storia è una storia di coraggio, di amore, di voglia di vivere, si speranza alimentata da chi gli sta accanto e gli dà la forza di continuare.

Che cosa vuole quando la tua bocca diventa semplicemente un buco? E non puoi più né parlare né mangiare? Quando il tuo volto ti copre gli occhi impedendoti di vedere? Quando il tumore ti invade, ti strazia il corpo e la mente? Quando l’unico futuro che ti si prospetta è di sapere se morirai domani o oggi? È questo il Wellthiness? È questo il benessere, la salute, la felicità che ogni creatura si merita per essere degna di chiamarsi tale?

Perché è possibile tutto ciò? Che senso ha vivere, continuare a soffrire?

Domande terribili che passano nella mente di chi non ha più una vita, di chi è prigioniero del suo corpo, ostaggio della sua malattia.

A questo punto c’è solo una cosa che può dare la forza di resistere, di andare avanti, di non gettare la spugna: il Continua a leggere