۞ 12-11-10 In fondo la vecchiaia è una questione di prospettiva.

Università Cattolica di Milano

12 novembre 2010

Active Ageing, Active Participation and Active Welfare. The Contribution of Lifelong Learning

2 milioni di over-60 in più ogni anno, 4,5mld di € di lavoro degli anziani non retribuito, 73% dei 61-70enni con una vita sessuale attiva, 25% dei clienti di Tour Operator…

 

Anche ad un semplice sguardo di tali cifre è chiaro che le diffuse immagini di vecchietti passivi, inetti, depressi, ammalati, che vivono gli ultimi giorni con lo sguardo fisso e terrorizzato verso la tomba, esclusivamente dediti ai nipoti, “parcheggiati” in ospizi,… non descrivono più in modo esaustivo e sufficiente la realtà attuale.

Sono un cimelio del passato…Così, nell’era dell’In-divisus e del suo empowerment, non stupisce di sentire parlare anche radicali mutamenti nella sempre più eclettica e poliedrica area dell’anzianità.

E, mentre diviene sempre più difficile definire in modo univoco chi è anziano davvero, quando si diventa vecchi, se i baby boomer sono già senior, mentre urge un’approfondita operazione culturale che vada a rivisitare gli stereotipi nonché una seria riflessione anche sulla terminologia stessa e su concetti come classi di età, vecchiaia, pensionamento che si mostrano sempre più distanti dalla realtà contingente, incominciano a comparire nuovi approcci e nuove modalità di affrontare il tema.

Così le classi di età lasciano il posto alle generazioni ed ai percorsi di vita, l’età anagrafica viene sostituita dall’età biologica e percepita, la vecchiaia passiva diventa “Active Ageing”, invecchiamento attivo…

A discuterne sono stati, oggi, un gruppo di studiosi riuniti all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, nel corso di un convegno internazionale dal titolo: Active Ageing, Active Participation and Active Welfare. The Contribution of Lifelong Learning.

I lavori hanno analizzato varie sfumature dell’argomento sollevando molti, naturali, quesiti: che significato ha oggi il termine vecchiaia? a che età si diventa vecchi? l’invecchiamento è uno stato o un processo? come vive l’anziano l’invecchiamento attivo? come si relaziona con il mondo del lavoro? quale è il ruolo delle aziende? come gestiscono la questione a livello di responsabilità sociale? quali politiche per incentivare un invecchiamento attivo?In un simile contesto si è inserita anche una riflessione sul rapporto tra l’active ageing ed il Welltiness.Il discorso si è articolato partendo dai dati di una ricerca eseguita con focus group, interviste qualitative ed un questionario a 433 anziani attivi tra i 60 ed i 90 anni.

I risultati hanno dimostrato che i senior più proattivi hanno anche un indice di wellthiness superiore, ossia si sentono più felici, più in salute e con un maggiore livello di benessere. Ed ancora, sono più soddisfatti della propria qualità di vita. Sono più ottimisti e, persino, molto orientati al futuro, di contro ai giovani che, per varie ragioni, sono prevalentemente present oriented. 

 I nuovi senior, condividono, dunque, il profondo shift socioculturale verso un’era all’insegna, anche per loro, dell’empowerment, della partecipazione, di networking, del desiderio di essere protagonisti della propria esistenza, della piccola realtà circostante ed, anche, del mondo.

 Consumatori maturi, responsabili, gregari, innamorati, empatici, generosi, che non si riconoscono nelle pubblicità e rivendicano i propri diritti, protagonisti dei propri percorsi di crescita, formazione, salute e malattia, e, soprattutto, della terza rivoluzione sessuale che sdogana il sesso in tarda età…

 Ci troviamo, dunque, davanti ad un universo inedito, tutto ancora da scoprire e da esplorare, a patto, però, come sempre, di indossare il giusto paio di occhiali, spogliandoci dei pre-giudizi e degli stereotipi che costellano l’immaginario collettivo e la cultura (post-)moderna.

Una Risposta to “۞ 12-11-10 In fondo la vecchiaia è una questione di prospettiva.”

  1. L’età è quella che ci si sente dentro e non è una banalità, dipende proprio dall’ottica con la quale si considera la vita.
    Molto interessante il tuo blog.
    Love
    L

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: