Archivio per pericolo

E.Coli: dalla cronaca alle raccomandazioni OMS… al Wellthiness

Posted in SR Salute with tags , , , , , , , , , , , , , , on 4 giugno 2011 by Ada Cattaneo

Una misteriosa epidemia di E.Coli sta sollevando serie preoccupazioni in Europa e nel mondo intero. Ma è davvero in pericolo in nostro Wellthiness?

CHE COSA È L’ESCHERICHIA COLI?

L’Organizzazione Mondiale della Salute la presenta come:

un batterio che si trova comunemente nell’intestino degli esseri umani e altri animali a sangue caldo. Mentre la maggior parte dei suoi ceppi è innocua, altri possono causare gravi malattie a trasmissione alimentare. Di norma, l’infezione E. coli è trasmessa attraverso il consumo di acqua contaminata o alimenti, come i prodotti a base di carne poco cotta e latte crudo.

I sintomi della malattia comprendono: crampi addominali e diarrea, che può essere sanguinosa; possono, inoltre, presentarsi sintomi come febbre e vomito. La maggior parte dei pazienti guarisce entro 10 giorni, anche se in alcuni casi la malattia può, persino, diventare pericolosa per la vita

IL BILANCIO

Le fonti ufficiali dell’OMS tracciano Continua a leggere

Annunci

Profumo di morte: le candele profumate sono davvero pericolose?

Posted in Polisensorialità with tags , , , , , , , , , , , , , on 26 marzo 2011 by Ada Cattaneo

Che cosa c’è di più gradevole dell’avere la nostra casa invasa da leggeri o intensi aromi, a seconda dei nostri gusti personali, o dell’entrare in un’abitazione profumata?

Danno un tocco di magia, di spiritualità, di piacevole irrazionalità, suscitano intense emozioni e positive sensazioni.

Invadono gli ambieni di scenografie olfattive rasserenanti, regressive, energizzanti… a seconda delle fragranze scelte… sono le candele profumate e gli aromi per gli ambienti.

In quanto tali rappresentano un’inequivocabile testimonianza della potenza dei trend al polisensualismo ed alla ricerca di nuove forme di spiritualità…

Inoltre,  da un po’ di tempo, sono un diffuso ed economico modo per coprire odori sgradevoli o, semplicemente, per armoatizzare gli ambienti nei quali viviamo.

E, poiché l’olfatto è Continua a leggere

I 50 eroi dell’impianto di Fukushima

Posted in Eroi della Nuova Era, TVS glob with tags , , , , , , , , , , , , , on 17 marzo 2011 by Ada Cattaneo

L’Imperatore stesso appare in televisione con un toccante appello ai sudditi ed al mondo intero chiedendo di pregare per tutti, ossia per le vittime del terremoto e dello tsunami, non meno che per i superstiti stessi.

Ad un mondo che si professa laico, nel momento della crisi, della paura, della desolazione e della devastazione, mentre la natura si rivolta contro l’uomo e la scienza non riesce a domare le sue invenzioni, l’unica soluzione che resta è che tutti abbassiamo umilmente la testa e ritorniamo a considerarci semplici creature. Creature capaci di riflettere, con un’anima ed un cuore, con dei sentimenti ed una ragione. Creature in grado di ammettere i propri limiti, i propri errori. Creature che sanno con-dividere, con-patire… empatiche.

E sono proprio tali sentimenti ed atteggiamenti, che spiegano il significato profondo del gesto di generosità e di coraggio dell’ammirevole manipolo di uomini che sta rischiano (per non dire esplicitamente, sacrificando) la vita per salvare migliaia, se non milioni di persone dalla contaminazione nucleare.

Alcuni li definiscono moderni kamikaze. Agli occhi del mondo sono già passati alla storia come eroi, martiri: sono i volontari della centrale di Fukushima.

Chi sono degli uomini tanto generosi? E che cosa hanno in comune con i leggendari kamikaze?

“Kamikaze” è Continua a leggere

Per essere più ottimisti, basta dormire meno?!

Posted in SR Felicità with tags , , , , , , , , , , on 10 marzo 2011 by Ada Cattaneo

Ottimismo: è una questione di geni, di disposizioni, di inclinazioni, di ormoni, di cultura, di sensibilità, di prospettiva?

 Può darsi ma c’è anche chi, più semplicemente, sostiene che il nostro livello di ottimismo dipende da quanto dormiamo e riposiamo di notte.

Quando non dormiamo a sufficienza, tendiamo a prendere delle decisioni un troppo ottimiste e possiamo essere più inclini a lasciarci trascinare nel gioco d’azzardo anche nel più rischioso.

A sostenerlo è uno studio, pubblicato sulla rivista Neuroscience, che fornisce la prova scientifica di ciò che i manager dei casinò sanno da tempo ossia Continua a leggere

L’ultima follia delle donne: per avere un “lato-B” più florido, pillole per polli

Posted in SR Salute with tags , , , , , , , , , , , on 20 febbraio 2011 by Ada Cattaneo

Migliaia di donne in Gran Bretagna, che desiderano avere un sedere più pronunciato, sembra che stiano mettendo in serio pericolo la propria salute e, persino, la vita assumendo prendendo delle pillole che sono state progettate per ingrassare i polli.

Le compresse per i polli contengono una massiccia dose di ormoni che sono stati collegati al tumore al seno ed a una serie di gravi problemi al fegato negli esseri umani.

Tali farmaci, sono stati Continua a leggere

L’ombra del web tra il medico e il paziente: formule magiche e messaggi ingannevoli

Posted in CoM-Paz with tags , , , , , , , , , on 15 gennaio 2011 by Ada Cattaneo
Nell’interminabile processo di autonomizzazione del paziente  che vede, da un lato il suo empowerment, il suo desiderio di capire, di sapere, di conoscere, di prendere decisioni consapevoli ed autonome sulla propria vita e, quindi, sulla gestione dalla propria salute, e dall’altro, la pseudo-dialettica tra medici e Internet, ci sono delle novità, o meglio delle conferme.
Nella tormentata relazione medico-paziente, come ho ampiamente analizzato nei due libri Wellthiness e Le sfaccettature del Wellthiness, si gioca tutto tra le formule magiche ed incomprensibili del medico “neosciamano” ed il paziente “ignorante” ma desideroso di capire e di sapere.
Un recente sondaggio ha rilevato che chi cerca in Internet  l’aiuto per questioni mediche tentando di compiere un’auto-diagnosi, mette Continua a leggere

Allarme grassi idrogenati: attenzione alle etichette ingannevoli

Posted in Prodotti with tags , , , , , , , , , , , , , on 9 gennaio 2011 by Ada Cattaneo
Attualmente è molto difficile conoscere il valore nutrizionale degli alimenti. Lo sapevate che quando prendiamo in mano un prodotto pubblicizzato come privo di grassi trnas o olii idrogenati, possiamo, comunque, ingerire una notevole quantità di tale sostanza potenzialmente dannosa?
Un articolo Eric Brandt della Case Western Reserve University School of Medicine, pubblicato nel numero di gennaio / febbraio 2011del Journal of Health Promotion, rivela che, nonostante sulle etichette Continua a leggere